GIORNATA DIOCESANA DEL SEMINARIO … 6 GENNAIO 2021

Cari fratelli e sorelle dell’Arcidiocesi, il tempo liturgico del Natale, seppure il più breve, ci regala ben tre solennità: la Natività di Gesù, la Maternità di Maria e la Manifestazione del Signore nel giorno dell’Epifania.

Sono giornate che riempiono sempre il cuore di ogni credente e lo aiutano a rinnovare la fede ricevuta in dono arricchendola dei sentimenti di fraternità, gioia e pace. Nonostante quest’anno tali festività siano segnate dalla pandemia del Covid-19, il Natale, col messaggio di pace agli uomini che Dio ama, non è venuto meno: ci ha chiesto piuttosto di viverlo con maggior sobrietà sperimentando la beatitudine dei poveri in Spirito.

È tradizione della nostra Arcidiocesi che il 6 gennaio, solennità dell’Epifania, si celebri la giornata del Seminario.
Vogliamo vivere tale giornata riconoscendo il dono e la ricchezza di questa Istituzione, che arricchisce la Chiesa locale e la aiuta ad EDUCARE i giovani ed a SEMINARE nelle loro vite la semente del Vangelo.

In questi anni (2019-2021) nella pastorale stiamo coniugando il verbo EDUCARE e l’icona biblica che ci accompagna è quella della parabola del SEMINATORE: è dall’esperienza e dall’indispensabilità del dovere di seminare che trova ragione d’essere e di testimoniare l’istituzione del Seminario.
È una vera grazia che la nostra Arcidiocesi possieda ancora una “casa comune”, che costituisce per tutti un luogo adatto alla missione educativa ed alla generosa semina del Vangelo: si tratta del Seminario minore dedicato al “Sacro Cuore”. Riaperto, più di 80 fa’ da Mons. A. Cesarano, il Seminario minore continua a svolge un compito educativo ad ampio raggio.
Come prima finalità intende offrire ad adolescenti e giovani, che avvertono un desiderio vocazionale e scommettono su tale sfida, un’esperienza di vita comune che li coinvolga pienamente aiutandoli nella loro crescita umana, affettiva, intellettuale e di fede.
Inoltre il Seminario intende anche porsi come segno di un percorso educativo per tutta la gioventù locale, che partecipando alla vita delle nostre parrocchie ed istituzioni, desidera crescere e guardare al futuro desiderando conoscere meglio Gesù e fare esperienza della fraternità evangelica.
Infine la “casa comune” del Seminario minore è anche disponibile e capace di diventare luogo di riferimento e comunione per sacerdoti, consacrati e laici, che guardano al futuro scommettendo sull’ottimismo generoso del “seminatore”.

Convinto di quanto appena espresso, in occasione della giornata diocesana del Seminario, rinnovo anche quest’anno l’appello a tutti i fratelli e sorelle, perché la “casa comune” del Seminario minore del “Sacro Cuore”, possa continuare ad essere abitata per “lunghi giorni” da adolescenti e giovani generosi, e frequentata da sacerdoti, consacrati e fedeli per rinnovare il dono di grazia ricevuto col battesimo!

Invito tutti a mettere cuore, mente e spirito per far famigliarizzare i ragazzi delle parrocchie e dei vari gruppi ed associazioni presenti nell’Arcidiocesi col Seminario minore.

Al Signore, che oggi manifesta al mondo intero la Sua signoria, non stanchiamoci di elevare la comune preghiera perché mandi operai nella sua messe, e benedica con frutti la piccola, ma bella comunità del Seminario minore del Sacro Cuore.

+ p. Franco Moscone crs
arcivescovo